Codice rosa e rete territoriale per il contrasto alla violenza sulle donne

Un passo avanti importante. Il Pronto Soccorso in aiuto contro i reati di genere. Un Convegno che tenta di fare rete partendo dalle principali Strutture competenti. Arginare il fenomeno è possibile solo se questo lavoro non viene inteso come routine e "sbarco di salario". Occorre essere presenti sempre, per ascoltare la donna, per creare protocolli sartoriali, per avvalersi dei Servizi di accoglienza. Insomma, bisogna  credere nel cambiamento. Locandina fronte Locandina retro...
Read More

Calunnia: configurabilità dell’elemento soggettivo del reato

Una madre, ricevendo confidenze da parte della figlia relative ad abusi sessuali che il padre avrebbe perpetrato nei suoi confronti, decideva di denunciare l'ex compagno. La donna aveva ritenuto necessario procedere alla denuncia del padre per due motivi: il racconto riferitole dalla figlia, poi trasfuso nel verbale di sommarie informazioni davanti all'Autorità Giudiziaria; le lesioni alla spalla ed al braccio destro comparse mentre la bambina era affidata al padre, per refertare le quali la madre accedeva alla Clinica pediatrica; Il procedimento veniva archiviato, non risultando attendibile la versione fornita dalla ragazzina.  Il PM,  nella sua richiesta di archiviazione, scriveva che non si poteva "escludere un condizionamento della bambina da parte della madre". Su tali basi, l'ex compagno  denunciava la madre per il reato di calunnia. Giunti a processo, la donna richiedeva di definire il procedimento a mezzo del rito abbreviato condizionato all'escussione della nonna della ragazzina. Conclusasi l'istruttoria, il Giudice per l'udienza preliminare (GUP) assolveva la madre con la formula "perché il fatto non sussiste". Egli rilevava...
Read More

Proposta di legge costituzionale per la separazione delle carriere in magistratura

L'Unione delle Camere Penali Italiane sta promuovendo a livello nazionale una proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare per la separazione delle carriere giudicanti e requirenti. Per maggiori informazioni e per visionare la proposta di legge, potete cliccare al seguente link: www.separazionedellecarriere.it La Camera Penale Friulana sostiene la proposta di legge costituzionale e si occupa della raccolta firme nella Nostra Città. Il Direttivo della Camera Penale, assieme ad altri Colleghi, sarà presente per la raccolta firme a Udine nelle seguenti date: 12, 14, 19, 22, 23, 24, 25 , 26 maggio e 9, 11 giugno in Via Paolo Canciani (uscita Galleria Bardelli) dalle 10:30 alle 19:00; 13 maggio in Piazza Belloni dalle 10:30 alle 19:00; 21, 30, 31 maggio e 16, 17, 18 giugno in Piazza Matteotti dalle 10:30 alle 19:00. Aderire a questo progetto è un'occasione per poter, finalmente, raggiungere un equilibrio tra accusa e difesa davanti al Giudice e la sua terzietà rispetto alle parti del processo. Separazione delle carriere in magistratura, quindi, è...
Read More

Mobbing sul luogo di lavoro? No se la struttura lavorativa è complessa.

In primo grado, il Giudice monocratico assolveva l'imputato accusato di maltrattamenti verso una Sua sottoposta asserendo che "trattandosi di una sede provinciale di un ente pubblico" e non di un ambiente parafamiliare, come richiesto dalla norma incriminatrice, non fosse possibile procedere a condanna. Un tanto, pur riconoscendo che il dirigente aveva travalicato la sfera "relazionale dell'ambito lavorativo, secondo un disegno mirato ad emarginare il dipendente". Lo Studio appellava la sentenza di primo grado, rilevando che doveva applicarsi al caso concreto il reato di maltrattamenti, poichè, al di là della struttura complessa, bisognava verificare che rapporto di lavoro intercorresse tra  datore di lavoro e dipende. Cioè se si trattava di rapporto lavorativo caratterizzato da relazioni intense ed abituali e da soggezione di una parte nei confronti dell'altra. Secondo la nostra difesa, si trattava proprio di questo. Infatti, se per ipotesi dovessimo avvallare quanto sostenuto nella sentenza di primo grado, si creerebbe una disparità di trattamento tra un "soggetto subordinato che operi all'interno di una...
Read More

Intossicazione da alcool sui meccanismi della memoria

Parliamo di Neuroscienze. A livello nazionale uno tra i più noti specialisti della materia è sicuramente il Prof. Giuseppe Sartori. Il lavoro che qui si presenta è dell'anno 2011. E' evidente però che il tema della ricerca è più che mai attuale. Leggiamolo insieme. alcool e memoria...
Read More

Patrocinio a spese dello Stato libero dalla dichiarazione dei redditi

La Corte di Cassazione penale, IV sez, con sentenza n. 13497/17, ha precisato che i requisiti per essere ammessi al Patrocinio a spese dello Stato devono individuarsi esclusivamente nelle lett. a) e b), c.1, dell'art. 79 TUSG. Dunque, l'istanza dovrà contenere solo l'indicazione del procedimento penale cui si riferisce, se già pendente,  le generalità dell'interessato e dei componenti la famiglia anagrafica ed i rispettivi codici fiscali. Finalmente, non sarà necessario depositare le dichiarazioni dei redditi e neppure la successiva variazione dell'importo degli stessi. Prima della sentenza, infatti, il comma 4-ter dell’art. 76 dava discrezionalità al Giudice di ammettere o meno al beneficio secondo una propria valutazione personale, poichè la norma così recita: “la persona offesa ……… può essere ammessa al patrocinio anche in deroga ai limiti di reddito previsti dal presente decreto”. Con questo nuovo intervento in materia, la Corte di Cassazione, in assenza di una disposizione legislativa espressa, sentenzia che il Giudice ha l'obbligo e non la discrezionalità di accogliere la richiesta di ammissione...
Read More

CORSO DI FORMAZIONE: prevenzione e contrasto della violenza di genere

L'associazione "ZeroSuTre" Vi offre l'opportunità di aiutare le donne maltrattate, riuscendo, tramite questo corso, a capirLe, indirizzarLe, assisterLe e ridonare serenità e fiducia. Il percorso è possibile, unisciti a Noi. Iscriviti anche Tu: zerosutre@gmail.com corso formazione 2017 ZEROSUTRE....
Read More

Diffamazione a mezzo Facebook

Il padre pubblica su Facebook  una foto che lo ritrae assieme alla figlia, aggiungendo una didascalia del seguente tenore: "Come avrei voluto che si fermasse il tempo.....!!!!" La madre, sentendosi provocata, commenta il post: "Il tuo tempo hai voluto fermarlo tu domenica scorsa quando hai gridato puttana e preso a calci la mamma di tua figlia e tutto ciò davanti agli occhi di lei". Fatto realmente verificatosi. Veniva tratta a giudizio per diffamazione aggravata per aver commesso il fatto a mezzo internet. La difesa è stata improntata tenendo conto di tre aspetti. Exceptio veritatis (art. 596, c. 2 n. 2, cp). Poiché l'offesa perpetrata dalla cliente consisteva nell'attribuzione di un fatto realmente accaduto, abbiamo provveduto a dimettere il certificato del Pronto Soccorso, attestante la lesione patita dalla donna in quell'occasione e l'atto di denuncia querela che aveva sporto. Provocazione (art. 599, c. 2, cp), quale causa di non punibilità nei delitti contro l'onore. E' stato dimostrato, in sede di escussione dei testi,...
Read More

Violenta la figlia minore e maltratta la moglie

Si tratta di fatti avvenuti in un clima famigliare molto teso e difficile esistente tra i genitori della minore. La Corte si sofferma sull'attendibilità delle dichiarazioni fornite dalla bambina nel processo a carico del padre. Secondo la tesi sostenuta dalla difesa, la bambina avrebbe potuto mentire accusando il padre delle violenze di cui al capo di imputazione. Come noto, la sentenza di condanna può ben fondarsi esclusivamente sulle dichiarazioni della persona offesa, ma solo qualora queste siano prive di qualunque contraddizione ed incoerenza. Il Giudice potrà demandare al perito esperto solamente l'accertamento sulla capacità a testimoniare, intesa come maturità psichica del teste minore, e non certo le valutazioni relative all'attendibilità delle risultanze della prova testimoniale del minore. Tale operazione rientra nei compiti esclusivi del Magistrato giudicante. Per la lettura della Sentenza: Cassazione Penale 12.07.2016 n. 28932...
Read More
12